Nicola Traversoni:
nelle sue “Favole in serie” ricerca i rapporti con i luoghi fiabeschi, con gli spazi onirici, quelli propri dell’inconscio e della morale. Spazi che si manifestano tramite un esempio dal quale trarre insegnamenti, del quale è possibile scoprire le radici più antiche. Emozioni gioiose, giocose, sognanti, che si alternano a condizioni al limite del panico, dell’ansia, che scavano, come in un’arte-terapia, nella memoria infantile, nei suoi ricordi ed emozioni, gioie e paure, cercando i propri incubi nelle motivazioni radicate nell’inconscio, per poterli così affrontare e superare.



© Umberto Rossi All rights reserved

Una ricerca che giunge agli archetipi del conflitto, all’eterno rapporto tra il bene e il male, tra il buono e il cattivo, a quei simboli che proprio nella favola trovano il senso più profondo.


A sinistra:
Nicola Traversoni
(Integrazioni)

Elaborazione digitale
© Umberto Rossi

Back To -->